• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti alluso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok

Rio de Janeiro

Rio de Janeiro

Rio de Janeiro, probabilmente la più famosa delle metropoli sudamericane, deriva in larga misura la sua fama dal Carnevale e da una morfologia del territorio che sembra fatta apposta per combinare spiagge, oceano, acque interne e ripidi colli (morros) in un'ineguagliabile sequenza di panorami.

Un buon punto di partenza può essere la tranquilla Praia Vermelha (Praça Gen. Tibúrcio) da dove inizia il doppio tratto della storica teleferica, inaugurata nel 1912, che con due balzi - facendo tappa intermedia al Morro di Urca - sale al Pan di Zucchero. Di lì si può godere - soprattutto al tramonto - di una vista spettacolare della Baia di Guanabara, del ponte Rio-Niteroi e di alcune delle spiagge più famose di Rio: Cocapabana e Botafogo (da questo punto di osservazione Ipanema la si può solo intravedere in lontananza). Per assoporare lo charme di Ipanema è meglio recarvicisi; oltre alla famosa spiaggia e ai negozi alla moda di Rua Visconde de Pirajà è piacevole trascorrere qualche ora al vicino Giardino Botanico ancora più indicato nelle ore centrali della giornata, se la calura fosse molto intensa.

Meglio invece programmare nel pomeriggio una visita al Largo Boticario, uno spaccato color pastello della Rio coloniale dell' 800. Nelle vicinanze c'è la stazione di partenza di un trenino a cremagliera che in qualche decina di minuti, attraversando il Parco Nazionale della Foresta di Tijuca, arriva fin su al colle del Corcovado dove si erge la grande statua del Cristo Redentore. Dalle terrazze, a 709 metri di altezza sul mare, si può godere di una completa vista della metropoli e della baia. Anche l'altra non meno famosa spiaggia di Copacabana merita due passi a piedi, sinanche allo storico e lussuosissimo Copacabana Palace Hotel.

Nel quartiere di Cinelandia (da Copa lo si raggiunge con poche fermate di metropolitana) si può vedere il Teatro Municipale (piazza Floriano), costruito sul modello dell'Opera di Parigi, che ospita un famoso cafè. Con un breve tratto a piedi tra le vie animatissime del Centro si arriva a Largo Carioca che rappresenta il punto d'incontro tra la Rio coloniale e la metropoli. D'obbligo, una breve deviazione per una pausa alla Confeitaria Colombo (una pasticceria Belle Epoque - la sera anche ristorante - in Rua Gonçalves Dias, 32). Da Largo Carioca, nei pressi del Petrobras Building, si sale sul Bonde, un caratteristico tram aperto che, passato il vecchio acquedotto degli Arcos de Lapa, si inerpica sino ad arrivare al tipico quartiere di Santa Teresa, caratterizzato da vecchie case, lussuose ville, viuzze strette e piccole piazze. E' ancora in Centro che si trovano la Cattedrale Metropolitana, una moderna e imponente costruzione a tronco di cono con 4 immense vetrate policrome, il pregevole Monastero di Sao Bento, una testimonianza dell'arte barocca a Rio, e la Chiesa della Candelaria, con i suoi affreschi e le decorazioni in marmo.

Sempre nei dintorni, a pochi minuti di distanza c'è l'imponente Piazza XV De Novembro, in parte purtroppo guastata dal passaggio della strada sopraelevata (perimetral). E' di lì che ci si imbarca per Niteroi, un moderno e vitale sobborgo di Rio, alla volta del Museo d'Arte Contemporanea, progettato dall' Architetto Oscar Niemeyer.

cosafare e cosavedere