• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti alluso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok

Madrid

Madrid in lungo e in largo


ITINERARI PEDONALI CONSIGLIATI
1) Dal Medioevo agli Asburgo - (2 km) - rosso. Il tragitto 1 parte da Plaza Mayor dove si possono vedere la Casa de la Panaderia, la Casa de la Carnicería e al centro la statua equestre di Felipe III.
- Si esce dalla parte est di Plaza Mayor (poi rientreremo) per entrare nella Plaza de la Provincia dove troviamo il Palacio de Santa Cruz.
- Rientriamo in Plaza Mayor, la attraversiamo diagonalmente e continuiamo fino alla Plaza de San Miguel dove c'è il Mercado de San Miguel.
- Proseguiamo per la Calle Mayor fino a raggiungere la Plaza de la Villa dove troviamo la Casa de la Villa e la Casa de Cisneros con l'ingresso in Calle Sacramento.
- Ritorniamo nella piazza per vedere la Casa e la Torre de los Lujanes.
- Prendiamo la stretta Calle del Codo per Plaza del Conde de Miranda dove troviamo il Convento de las Carboneras.
- All'uscita dal convento continuiamo per Calle San Justo dove troviamo la Basilica de San Miguel.
- A destra della basilica, per lo stretto Pasadizo del Panecillo arriviamo ad ammirare la facciata barocca del Palacio Arzobispal.
- Seguiamo la Calle del Doctor Letamendi, proseguiamo per Calle Segovia, l'attraversiamo e prendiamo la Travesía del Nuncio fino alla Calle Nuncio per arrivare alla Iglesia de San Pedro el Viejo.
- La Calle Principe Anglona ci porterà nella medievale Plaza de la Paja dove incontriamo la gotica Capilla del Obispo (cappella del vescovo).
- Proseguiamo per la Plaza de Los Carros dove troviamo la barocca Capilla de San Isidro e poi la Plaza de San Andrés con la barocca Iglesia De San Andrés.
- Dalla Plaza del Humilladero seguiamo la Calle Cava Baja con i suoi antichi negozi e ristoranti.
- Arriviamo nella Plaza de Puerta Cerrada e proseguiamo per la Calle de Cuchilleros con le sue tascas (pub) e le mesones (vecchie osterie).
- Incontreremo la scalinata che ci porterà all'Arco de Cuchilleros da dove possiamo tornare alla Plaza Mayor o proseguire per la Cava de San Miguel con le sue Mesones fino alla Calle Ciudad Rodrigo, e da qui nuovamente alla Plaza Mayor.
2) Teatro Real, Puerta del Sol e Alcalá - (2,5 km) - blu. Questo tragitto inizia al Teatro Real, prosegue per la Plaza de la Encarnación che è collegata alla Plaza de Oriente dove troviamo il Monasterio de la Encarnación.
- Seguendo la Calle de la Encarnación raggiungiamo la Plaza de la Marina Española dove troviamo il Palacio del Senado e alla sua sinistra il Palacio del Marqués de Grimaldi.
- Sulla Calle Torija troviamo il Convento de las Reparadoras.
- Continuiamo lungo la Calle Torrija fino alla Plaza de Santo Domingo e proseguiamo per la Calle Veneras poi Calle de Trujillos.
- Giriamo a sinistra per la Travesía de Trujillos che ci porta nella Plaza de las Descalzas dove troviamo il Monasterio de las Descalzas Reales.
- Proseguiamo per l'antica Puerta del Sol con la vicina Casa de Correos.
- Prendiamo la Calle Alcalá e al numero 3 troviamo il Ministerio de Hacienda (Ministero delle Finanze), mentre al 12 troviamo la sede del Banco Español de Crédito, edificio costruito fra il 1882 e il 1891.
- Al civico 13 c'è la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando, al 25 c' è la Iglesia de las Calatravas e al 43 possiamo visitare la Iglesia de San José.
- Più avanti ci aspetta la Plaza de Cibeles dove concludiamo questo secondo tragitto al Círculo de Bellas Artes.
3) Dalla Puerta de Toledo al Parque del Oeste - (2 km) - verde. La Puerta de Toledo si trova nell'antico quartiere di Madri detto La Latina.
- Da qui la Calle Gran Vía de San Francisco ci porta alla Basilica de San Francisco el Grande e vicino alla basilica c'è la Capilla del Cristo de la Venerable Orden Tercera.
- Continuando per la Calle Bailén troviamo a sinistra il piccolo parco de Las Vistillas con splendida vista sulla zona ovest di Madrid al di là del bel parco Casa de Campo, luogo ideale per la vista del tramonto da una delle terrazze dei bar locali.
- Un po' più avanti incrociamo l'enorme viadotto sulla Calle Segovia costruito nel 1934.
- Continuando per la Calle Bailén incrociamo la Calle Mayor e quello che fu il Palacio de los Duques de Uceda.
- Poco più avanti c'è il Palacio de Oriente, meglio conosciuto come Palacio Real, e di fronte abbiamo la Plaza de la Armería.
- Girando intorno al palazzo ci troviamo all'ingresso del bel parco Jardines de Sabatini e nei giardini conosciuti come Campo del Moro.
- Di fronte al palazzo c'è La Almudena Cathedral.
- Il Palazzo Reale è usato solo come luogo di ricevimento statale e sono quindi visitabili la Real Armería (armeria reale), la Real Oficina de Farmacia (farmacia reale) e il Museo de Carruajes (museo delle carrozze).
4) Plaza de Cibeles, Puerta de Alcalá e Parque del Retiro - (3,5 km) - rosso. La fontana in Plaza de Cibeles è uno dei simboli più importanti di Madrid.
- Nascosto dietro gli alberi c'è il Buenavista Palace del 1769, ora Cuartel General del Ejército.
- Sulla Calle Alcalá, a sinistra troviamo il Palacio de Linares del 1878, ora Casa de América (centro culturale americano).
- Sull'altro lato troviamo l'immenso Palacio de Comunicaciones del 1905.
- Un pochino più a sud, al civico 5 del Paseo del Prado c'è il Museo Naval.
- Torniamo nella Plaza de Cibeles per ammirare la sede del Banco de España del 1891.
- Continuando sulla Calle Alcalá raggiungiamo, nella Plaza de la Independencia, l'immensa Puerta de Alcalá del 1778.
- Nelle vicinanze c'è il Museo de Artes Decorativas e nella vicina Calle Méndez Nuñez il Museo del Ejército, poi in Calle Felipe IV la Real Academia Real de la Lengua (de la lengua spagnola naturalmente).
- Ci dirigiamo poi verso uno dei tanti ingressi del grande Parque del Retiro per godercelo e per ammirare nel suo interno la serra Palacio de Cristal e il Palacio de Velázquez costruiti per le esposizioni della fine del XIX secolo.
5) Il tour dell'Arte e la Carrera de San Jerónimo - (2 km) - verde. Questo tragitto inizia al Palacio de Villahermosa, ora Museo Thyssen-Bornemisza e prosegue per la Carrera de San Jerónimo per arrivare al Palacio del Congreso (il Parlamento Spagnolo) in Plaza de las Cortes.
- Dall'altro lato della strada c'è il Palace Hotel del 1912, nelle vicinanze, in Calle Cervantes 11 c'è la Casa-Museo di Lope de Vega, e al 18 della omonima via troviamo la Iglesia Convento de Las Trinitarias del XVII secolo.
- Torniamo nella piazza di partenza per vedere la bella Fuente de Neptuno del 1780.
- Qui vicino c'è il Ritz, uno dei migliori hotel di Madrid, risalente al 1910.
- Inoltrandoci nel Paseo del Prado non possiamo mancare l'importantissimo Museo del Prado.
- Proseguendo poi per il Paseo arriviamo al Jardin Botánico.
- Concludiamo questo tragitto dell'arte al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia in Calle Santa Isabel.
6) dalla Gran Vía alla Plaza de España e dintorni - (3 km) - rosso. La Gran Via, iniziata all'inizio del secolo, è una delle maggiori arterie di Madrid, ed è all'incrocio con Calle Alcalá, al Metrópolis building, che inizia il nostro tragitto.
- Incontriamo subito il Museo Chicote, piccolo bar-museo, luogo d'incontro di artisti e vecchi toreri.
- Sulla parallela Caballero de Gracia troviamo l'Oratorio del Caballero de Gracia del XVIII secolo.
- Sempre sulla Gran Vía troviamo la sede della Telefónica (la Telecom spagnola) il primo grattacielo di Madrid risalente al 1929.
- Raggiungiamo Plaza de Callao e il Palacio de la Prensa del 1928, poi il Carrión Building costruito fra il 1931 e il 1934 e che ospita il cinema Capitol.
- Raggiungiamo poi l'enorme Plaza de España coi suoi due grandi edifici degli anni '50: l'Edificio España e la Torre de Madrid.
- Sulla lato dell'Edificio España, in Calle San Leonardo c'è la Iglesia de San Marcos.
- Giriamo sulla Calle Ventura Rodríguez per trovare il Museo Cerralbo del XIX secolo.
- Torniamo sulla Calle Princesa per vedere il Palacio de Liria, residenza della Duchessa d'Alba.
- Dietro il palazzo c'è la Cuartel de Conde Duque del 1720 dove concludiamo questa passeggiata.
Questi tragitti sono solo un piccolo riferimento alle cose principali che si possono vedere a Madrid, ma la città naturalmente comprende una gran quantità di altri luoghi, palazzi, musei, giardini, monumenti, ristoranti e locali che meritano d'essere scoperti anche girando liberamente senza una meta precisa.
DOVE ALOGGIARE A MADRID C'è l'imbarazzo della scelta: Madrid offre ai suoi visitatori ben 50.000 posti letto negli hotel e altri 6.000 in appartamenti. Potete scegliere fra le vivaci zone centrali della città oppure nelle più tranquille e più economiche periferie. In ogni caso scoprirete comunque un mucchio di cose interessati, e se state pianificando un viaggio è meglio se prenotate l'hotel a Madrid con un certo anticipo. Data la cosí ampia scelta, un consiglio puó essere consultare i siti che offrono un servizio di comparazione prezzi.
VITA NOTTURNA A MADRID (Per trovare nella mappa gli indirizzi indicati in questo capitolo, basta copiarli nella finestrella sotto la mappa, aggiungere una virgola, uno spazio e la parola Madrid)
Madrid è il paradiso dei nottambuli in ogni giorno della settimana. A Madrid non si mangia prima delle otto o nove di sera, e molti locali notturni chiudono solo alle prime ore dell'alba.
  • Nelle vicinanze di Plaza de Santa Bárbara, di Glorieta de Bilbao e della Alonso Martínez c'è una quantità di bar locali, pub, fast food e gelaterie.
  • I bar dei distretti di Arguelles and Moncloa sono generalmente frequentati da giovani e studenti universitari.
  • A Malasaña, nei pressi di Plaza de Dos de Mayo, ci sono molti ristoranti a prezzi accettabili, e una quantità caffè e bar dove si suona musica dal vivo.
  • La Calle Huertas e la Plaza de Santa Ana offrono una vivace vita notturna e caffè con musica dal vivo.
  • Il Paseo de la Castellana, il Paseo de Recoletos e il Paseo del Prado vantano molti ristoranti di qualità, caffè e locali notturni.
  • Nelle notti dei mesi estivi ci si può godere le terrazze che abbondano nelle aree del Paseo de la Castellana e del Parque del Oeste.
Ci si può aggiornare sulle occasioni di intrattenimento in Madrid attraverso i supplementi del giovedì e del venerdì dei vari quotidiani che pubblicano informazioni su ristoranti, bar, cinema, teatri, gallerie d'arte e altro.

cosafare e cosavedere