• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti alluso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok

Lisbona

Lisbona, quartieri e passeggiate

Alfama, Barrio Alto, Baixa, Belem, Chiado e gli azulejos della metropolitana

Lisbona, capitale e città più grande del Portogallo, si trova alla foce del Tago che è attraversato da due grandi ponti, il Ponte 25 aprile inaugurato nel 1966 e il ponte Vasco de Gama, inaugurato nel 1998 in occasione dell' Expo98.

Città molto pittoresca con un inquinamento molto basso e un sistema di trasporti molto capillare fra metropolitana, autobus, tram e anche funicolari per raggiungere le zone alte della città.

La metropolitana è particolarmente interessante per le bellissime decorazioni di piastrelle disegnate da artisti portoghesi e internazionali. Un viaggio in metro è come un viaggio in un museo, e fra le tante stazioni decorate con azulejos segnalerei:
- Campo Grande,
- Campo Pequeno,
- Jardim Zoológico,
- Oriente,
- Restauradores.
Da queste e da altre stazioni sono state estratte le foto che compongono uno slideshow da scaricare (12 Mb) e far girare sul proprio PC.

QUARTIERI DI LISBONA

ALFAMA
Il più antico quartiere di Lisbona, si estende tra il Castello di São Jorge ed il fiume Tago. Il suo nome arabo, Al-hamma, significa 'fontane' o 'bagni'. Durante la dominazione araba l'Alfama era l'intera città, che poi si sviluppo verso ovest creando la Baixa e trasformandosi di conseguenza in zona per povera gente. Oggi l'Alfama è una tra le zone più vivaci e originali della città, piena di locali tradizionali dove si può gustare l'ottima cucina lisboeta e ascoltare il malinconico Fado.

Da vedere:
- Nossa Senhora de Graça con le azulejos del suo vestibolo e la bella vista dal suo miradouro de Graça.
- Il Miradouro de Santa Luzia con spettacolare vista sul quartiere dell'Alfama fino al fiume Tago.
- Il Castello de São Jorge, punto dominante della città, costruito dai Visigoti, poi trasformato dai Mori, e infine conquistato dai Cristiani nel 1147.
- Il Convento di São Vicente de Fora, la più antica chiesa di Lisbona e il grande chiostro con splendidi azulejos che richiamano scene dalle favole di La Fontaine.
- La Feira da Ladra, il mercatino delle pulci più famoso di Lisbona, martedì e sabato vicino al Convento di São Vicente.
- Sé Patriarcal, la cattedrale di Lisbona, austera ma ricca di tesori.
- La chiesetta di Santo Antonio da Sé costruita dove c'era la casa di Sant'Antonio da Padova, veneratissimo a Lisbona.

BAIRRO ALTO
Il pittoresco Quartiere Alto si trova nel cuore di Lisbona, è in gran parte zona pedonale ed è celebre per le sue tascas, osterie a conduzione familiare, e per i locali notturni dove si suona molta musica giovanile o il malinconico fado. Facilmente raggiungibile con l'Elevador da Gloria (dalla stazione del Rossio) che arriva al Miradouro de São Pedro de Alcantara, oppure con l'Elevador da Bica.

Da vedere:
- Miradouro de Sao Pedro de Alcantara: magnifica vista sull'Alfama e sul Castello di São Jorge.
- L'Instituto do Vinho do Porto, il Museo del Vino Porto, con degustazione e, volendo, acquisto di decine di tipi di Porto.
- Il Jardim botanico il giardino botanico di Lisbona, fra i più importanti d'Europa, con 2500 specie botaniche provenienti da tutto il mondo. Alberi centenari e una splendida vista sul Tago.
- L'Academia Das Ciencias, un ex convento gesuitico, fondata nel 1799. Contiene migliaia di antichi libri e manoscritti e una sala dei soffitti splendidamente affrescati.
- Il Pavilhão Chinês, locale di culto di Lisbona, aperto dalle 2 del pomeriggio alle 2 della mattina. Non è un semplice bar perché rappresenta un pezzo di storia di Lisbona.

BAIXA
La Baixa si trova a sud del Rossio ed è una grande scacchiera urbanistica di vie che si incrociano ad angolo retto con edifici uniformi in stile neoclassico, risultato del progetto del Marchese di Pombal, primo ministro del re Josè I ai tempi del terremoto. E' il centro di Lisbona e le sue vie sono piene di negozi, banche e uffici; portano nomi che richiamano i vecchi commerci come per esempio la rua da Prata (argento), o la rua do Ouro (oro). La via centrale è la rua Augusta che sfocia nella gigantesca Praça do Comercio attraverso un arco trionfale.

Da vedere:
- Rua Augusta e Arco Trionfale: dalla Praça do Comercio, con il Tago alle spalle si vede l'Arco Trionfale che dà accesso alla Rua Augusta, la via principale della Baixa di Lisbona, da qui si raggiunge l'Elevador da Gloria per salire al Bairro Alto.
- Elevador de Santa Justa (o Elevador do Carmo): si raggiunge dalla fine di Rua Augusta, porta nel Chiado, alle rovine della Chiesa del Carmo. Dalla terrazza si gode di uno splendido panorama su Lisbona.

CHIADO
Chiado significa astuto, ma anche malizioso. E' il quartiere degli artisti, si trova davanti alla Baixa e sulla stessa collina del Bairro Alto. Al centro del quartiere c'è la statua del poeta e frate rinascimentale Antonio Ribeiro detto O Chiado. Nella famosa rua Garret merita una visita la storica caffetteria 'A Brasileira', tanto amata da Pessoa.

Da vedere:
- Praça Luis de Camoes: piazza importante della Rivoluzione dei Garofani quando i militari abbatterono la dittatura di Salazar e diedero inizio alla democrazia in Portogallo.
- La Chiesa de Nossa Senhora de Loreto, la chiesa degli italiani di Lisbona, fondata dai genovesi nel 1500 e ricostruita con una facciata del Borromini dopo il terremoto del 1755.
- Rua Garrett, l'antica strada più famosa ed elegante di Barcellona, con pasticcerie, negozi di lusso, librerie e il famoso caffè 'A Brasileira' tanto amato da Pessoa e al quale è stata dedicata una copia in bronzo che lo vede seduto in un tavolino. In fondo a Rua Garett c'è la statua di Ribeiro, che dà il nome al quartiere. Scendendo da Rua Garrett si incontra la Chiesa del Carmo, imponente rovina della più grande chiesa gotica della città.
- Teatro São Carlos: una copia quasi perfetta del San Carlo di Napoli. Realizzato nel 1793 da José da Costa e Silva. Ha un portico simile a quello della Scala a Milano.
- Museo do Chiado: dal 1911 ospita collezioni di arte contemporanea. Recentemente rinnovato dall'architetto francese Jean-Michel Wilmotte mantiene inalterata l'antica struttura conventuale.

BELEM
Il quartiere di Betlemme nella periferia di Lisbona, ricco di decoratissimi monumenti in stile Manuelino. Qui si trovano intorno ai grandi giardini lungo Tago: la famosissima Torre di Belem, faro e fortezza a guardia del porto; il Mosteiro dos Jeronimos che celebra il ritorno di Vasco de Gama; il Monumento dos Descobrimentos a ricordo delle grandi storiche scoperte geografiche.

Da vedere:
- Torre di Belem: (1515-1521) faro e fortezza a guardia del porto di Restelo. Nella sua esuberante architettura si specchiano le influenze del Marocco moresco. Inizialmente sorgeva in mezzo al Tago, poi il progressivo insabbiamento, specie dopo il terremoto del 1755, l'ha collegata alla terraferma.
- Il Mosteiro dos Jerónimos fu fatto edificare da re Manuel a partire dal 1496 per celebrare il ritorno di Vasco de Gama e le ricchezze provenienti dalle Indie. Si trova vicino ell'antico porto da dove partivano le caravelle dei grandi esploratori.
- Monumento dos Descobrimentos , monumento alle scoperte, eretto nel 1960 a Belèm in memoria dell'epoca delle scoperte e del 500mo anniversario della morte di Enrico il Navigatore.
- Museo Nacional dos coches, museo delle carrozze: in bellissimi saloni contiene una ricca collezione di carrozze reali dal '600 all'800.

PARQUE DAS NACOES
Il Parco delle Nazioni: l'area edificata per accogliere l'Expo98. Contiene musei, auditorium, grattacieli, vasche, giochi d'acqua, centri commerciali. Grande area pedonale dove passare l'intera giornata. Per una rapida panoramica c'è una teleferica che attraversa l'intero con bellissima visuale sul parco e sul fiume.

Da vedere:
L'Oceanario: il più grande acquario d'Europa e uno dei più belli nel mondo. Riproduce 4 habitat costieri: il Nord Atlantico, l'Antartico, il Pacifico temperato e l'Oceano tropicale Indiano. Ospita 16.000 animali e piante di 450 specie differenti. La vasca centrale contiene 7 milioni di litri d'acqua salata.

ITINERARI PEDONALI CONSIGLIATI
Ci sono molte aree centrali di Lisbona che meritano una passeggiata; qui ne indichiamo alcune:
- Baixa-Chiado - (5 km) - rosso,
- Bairro Alto - Cais do Sodré - (6,5 km) - blu,
- Estrela-Prazeres-Alcantara-Docas - (4 km) - arancio,
- Mouraria-Castello-Alfama - (4 km) - celeste,
- Belém - (7 km) - giallo.
Se volete, potete portare con voi i cinque tragitti pedonali di Lisbona; sono scaricabili in formato PDF (1,3 Kb) adatti a essere stampati.

Moltissime sono le altre cose che si possono vedere a Lisbona, vale la pena di scoprirle giorno per giorno, o meglio sera per sera, girando anche senza meta nei vecchi quartieri per provare la cucina delle piccole osterie cullati dai melanconici suonatori del destino (il fado).


Lisbona ha una delle metropolitane più colorate del mondo, un vero museo con molte stazioni decorate con piastrelle che sono opere di artisti famosi. Questo video ne mostra solo alcune, ma sono moltissime e da sole meriterebbero un viaggio.

cosafare e cosavedere