• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti all’uso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok
 
Madrid in lungo e in largo
 
punti di interesse:    info:   

Madrid è una città dal grande fascino e dal clima generalmente gradevole (si trova a 667 s.l.m. nell'altopiano della Meseta), ma sarebbe meglio parlare delle tante Madrid: c'è una Madrid degli affari, una dell'arte e della cultura (vedi il tragitto 5 ma anche gli altri), una dei grandi spazi e delle grandi architetture, la Madrid Asburgica e quella Medievale (vedi tragitto 1), quella Borbonica del Settecento e Ottocento, quella moderna e disordinata, e quella del divertimento e della vita notturna.

Madrid è attraversata da due grandi arterie principali: la Gran Via e il Paseo de la Castellana. La Gran Via, iniziata all'inizio del secolo, e caratterizzata da un'intensa vita commerciale e notturna pari solo a quella degli Champs-Elisée parigini; mentre nel più moderno Paseo de la Castellana si sono installate le grandi banche e le grandi aziende in edifici di gran lusso.

Madrid è una città di grandi dimensioni, con una grande rete di trasporti, con 12 linee metropolitane che ci portano rapidamente in ogni suo punto. Il consiglio però è di visitarla passeggiando, e per questo scopo consigliamo qui di seguito sei tragitti pedonali da usare come riferimento generale, se però vi perdete nei meandri delle sue vie, scoprirete sicuramente un mucchio di cose interessanti.


ITINERARI PEDONALI CONSIGLIATI

1) Dal Medioevo agli Asburgo - (2 km) - rosso.
Il tragitto 1 parte da Plaza Mayor dove si possono vedere la Casa de la Panaderia, la Casa de la Carnicería e al centro la statua equestre di Felipe III.
- Si esce dalla parte est di Plaza Mayor (poi rientreremo) per entrare nella Plaza de la Provincia dove troviamo il Palacio de Santa Cruz.
- Rientriamo in Plaza Mayor, la attraversiamo diagonalmente e continuiamo fino alla Plaza de San Miguel dove c'è il Mercado de San Miguel.
- Proseguiamo per la Calle Mayor fino a raggiungere la Plaza de la Villa dove troviamo la Casa de la Villa e la Casa de Cisneros con l'ingresso in Calle Sacramento.
- Ritorniamo nella piazza per vedere la Casa e la Torre de los Lujanes.
- Prendiamo la stretta Calle del Codo per Plaza del Conde de Miranda dove troviamo il Convento de las Carboneras.
- All'uscita dal convento continuiamo per Calle San Justo dove troviamo la Basilica de San Miguel.
- A destra della basilica, per lo stretto Pasadizo del Panecillo arriviamo ad ammirare la facciata barocca del Palacio Arzobispal.
- Seguiamo la Calle del Doctor Letamendi, proseguiamo per Calle Segovia, l'attraversiamo e prendiamo la Travesía del Nuncio fino alla Calle Nuncio per arrivare alla Iglesia de San Pedro el Viejo.
- La Calle Principe Anglona ci porterà nella medievale Plaza de la Paja dove incontriamo la gotica Capilla del Obispo (cappella del vescovo).
- Proseguiamo per la Plaza de Los Carros dove troviamo la barocca Capilla de San Isidro e poi la Plaza de San Andrés con la barocca Iglesia De San Andrés.
- Dalla Plaza del Humilladero seguiamo la Calle Cava Baja con i suoi antichi negozi e ristoranti.
- Arriviamo nella Plaza de Puerta Cerrada e proseguiamo per la Calle de Cuchilleros con le sue tascas (pub) e le mesones (vecchie osterie).
- Incontreremo la scalinata che ci porterà all'Arco de Cuchilleros da dove possiamo tornare alla Plaza Mayor o proseguire per la Cava de San Miguel con le sue Mesones fino alla Calle Ciudad Rodrigo, e da qui nuovamente alla Plaza Mayor.

2) Teatro Real, Puerta del Sol e Alcalá - (2,5 km) - blu.
Questo tragitto inizia al Teatro Real, prosegue per la Plaza de la Encarnación che è collegata alla Plaza de Oriente dove troviamo il Monasterio de la Encarnación.
- Seguendo la Calle de la Encarnación raggiungiamo la Plaza de la Marina Española dove troviamo il Palacio del Senado e alla sua sinistra il Palacio del Marqués de Grimaldi.
- Sulla Calle Torija troviamo il Convento de las Reparadoras.
- Continuiamo lungo la Calle Torrija fino alla Plaza de Santo Domingo e proseguiamo per la Calle Veneras poi Calle de Trujillos.
- Giriamo a sinistra per la Travesía de Trujillos che ci porta nella Plaza de las Descalzas dove troviamo il Monasterio de las Descalzas Reales.
- Proseguiamo per l'antica Puerta del Sol con la vicina Casa de Correos.
- Prendiamo la Calle Alcalá e al numero 3 troviamo il Ministerio de Hacienda (Ministero delle Finanze), mentre al 12 troviamo la sede del Banco Español de Crédito, edificio costruito fra il 1882 e il 1891.
- Al civico 13 c'è la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando, al 25 c' è la Iglesia de las Calatravas e al 43 possiamo visitare la Iglesia de San José.
- Più avanti ci aspetta la Plaza de Cibeles dove concludiamo questo secondo tragitto al Círculo de Bellas Artes.

3) Dalla Puerta de Toledo al Parque del Oeste - (2 km) - verde.
La Puerta de Toledo si trova nell'antico quartiere di Madri detto La Latina.
- Da qui la Calle Gran Vía de San Francisco ci porta alla Basilica de San Francisco el Grande e vicino alla basilica c'è la Capilla del Cristo de la Venerable Orden Tercera.
- Continuando per la Calle Bailén troviamo a sinistra il piccolo parco de Las Vistillas con splendida vista sulla zona ovest di Madrid al di là del bel parco Casa de Campo, luogo ideale per la vista del tramonto da una delle terrazze dei bar locali.
- Un po' più avanti incrociamo l'enorme viadotto sulla Calle Segovia costruito nel 1934.
- Continuando per la Calle Bailén incrociamo la Calle Mayor e quello che fu il Palacio de los Duques de Uceda.
- Poco più avanti c'è il Palacio de Oriente, meglio conosciuto come Palacio Real, e di fronte abbiamo la Plaza de la Armería.
- Girando intorno al palazzo ci troviamo all'ingresso del bel parco Jardines de Sabatini e nei giardini conosciuti come Campo del Moro.
- Di fronte al palazzo c'è La Almudena Cathedral.
- Il Palazzo Reale è usato solo come luogo di ricevimento statale e sono quindi visitabili la Real Armería (armeria reale), la Real Oficina de Farmacia (farmacia reale) e il Museo de Carruajes (museo delle carrozze).

4) Plaza de Cibeles, Puerta de Alcalá e Parque del Retiro - (3,5 km) - rosso.
La fontana in Plaza de Cibeles è uno dei simboli più importanti di Madrid.
- Nascosto dietro gli alberi c'è il Buenavista Palace del 1769, ora Cuartel General del Ejército.
- Sulla Calle Alcalá, a sinistra troviamo il Palacio de Linares del 1878, ora Casa de América (centro culturale americano).
- Sull'altro lato troviamo l'immenso Palacio de Comunicaciones del 1905.
- Un pochino più a sud, al civico 5 del Paseo del Prado c'è il Museo Naval.
- Torniamo nella Plaza de Cibeles per ammirare la sede del Banco de España del 1891.
- Continuando sulla Calle Alcalá raggiungiamo, nella Plaza de la Independencia, l'immensa Puerta de Alcalá del 1778.
- Nelle vicinanze c'è il Museo de Artes Decorativas e nella vicina Calle Méndez Nuñez il Museo del Ejército, poi in Calle Felipe IV la Real Academia Real de la Lengua (de la lengua spagnola naturalmente).
- Ci dirigiamo poi verso uno dei tanti ingressi del grande Parque del Retiro per godercelo e per ammirare nel suo interno la serra Palacio de Cristal e il Palacio de Velázquez costruiti per le esposizioni della fine del XIX secolo.


5) Il tour dell'Arte e la Carrera de San Jerónimo - (2 km) - verde.
Questo tragitto inizia al Palacio de Villahermosa, ora Museo Thyssen-Bornemisza e prosegue per la Carrera de San Jerónimo per arrivare al Palacio del Congreso (il Parlamento Spagnolo) in Plaza de las Cortes.
- Dall'altro lato della strada c'è il Palace Hotel del 1912, nelle vicinanze, in Calle Cervantes 11 c'è la Casa-Museo di Lope de Vega, e al 18 della omonima via troviamo la Iglesia Convento de Las Trinitarias del XVII secolo.
- Torniamo nella piazza di partenza per vedere la bella Fuente de Neptuno del 1780.
- Qui vicino c'è il Ritz, uno dei migliori hotel di Madrid, risalente al 1910.
- Inoltrandoci nel Paseo del Prado non possiamo mancare l'importantissimo Museo del Prado.
- Proseguendo poi per il Paseo arriviamo al Jardin Botánico.
- Concludiamo questo tragitto dell'arte al Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia in Calle Santa Isabel.



6) dalla Gran Vía alla Plaza de España e dintorni - (3 km) - rosso.
La Gran Via, iniziata all'inizio del secolo, è una delle maggiori arterie di Madrid, ed è all'incrocio con Calle Alcalá, al Metrópolis building, che inizia il nostro tragitto.
- Incontriamo subito il Museo Chicote, piccolo bar-museo, luogo d'incontro di artisti e vecchi toreri.
- Sulla parallela Caballero de Gracia troviamo l'Oratorio del Caballero de Gracia del XVIII secolo.
- Sempre sulla Gran Vía troviamo la sede della Telefónica (la Telecom spagnola) il primo grattacielo di Madrid risalente al 1929.
- Raggiungiamo Plaza de Callao e il Palacio de la Prensa del 1928, poi il Carrión Building costruito fra il 1931 e il 1934 e che ospita il cinema Capitol.
- Raggiungiamo poi l'enorme Plaza de España coi suoi due grandi edifici degli anni '50: l'Edificio España e la Torre de Madrid.
- Sulla lato dell'Edificio España, in Calle San Leonardo c'è la Iglesia de San Marcos.
- Giriamo sulla Calle Ventura Rodríguez per trovare il Museo Cerralbo del XIX secolo.
- Torniamo sulla Calle Princesa per vedere il Palacio de Liria, residenza della Duchessa d'Alba.
- Dietro il palazzo c'è la Cuartel de Conde Duque del 1720 dove concludiamo questa passeggiata.

Questi tragitti sono solo un piccolo riferimento alle cose principali che si possono vedere a Madrid, ma la città naturalmente comprende una gran quantità di altri luoghi, palazzi, musei, giardini, monumenti, ristoranti e locali che meritano d'essere scoperti anche girando liberamente senza una meta precisa.

DOVE ALOGGIARE A MADRID
C'è l'imbarazzo della scelta: Madrid offre ai suoi visitatori ben 50.000 posti letto negli hotel e altri 6.000 in appartamenti. Potete scegliere fra le vivaci zone centrali della città oppure nelle più tranquille e più economiche periferie. In ogni caso scoprirete comunque un mucchio di cose interessati, e se state pianificando un viaggio è meglio se prenotate l'hotel a Madrid con un certo anticipo. Data la cosí ampia scelta, un consiglio puó essere consultare i siti che offrono un servizio di comparazione prezzi prima di partire, puó essere utile per la pianificazione del vostro viaggio e del vostro budget (qui un sito utile).

VITA NOTTURNA A MADRID
(Per trovare nella mappa gli indirizzi indicati in questo capitolo, basta copiarli nella finestrella sotto la mappa, aggiungere una virgola, uno spazio e la parola Madrid)
Madrid è il paradiso dei nottambuli in ogni giorno della settimana. A Madrid non si mangia prima delle otto o nove di sera, e molti locali notturni chiudono solo alle prime ore dell'alba.

Ci si può aggiornare sulle occasioni di intrattenimento in Madrid attraverso i supplementi del giovedì e del venerdì dei vari quotidiani che pubblicano informazioni su ristoranti, bar, cinema, teatri, gallerie d'arte e altro.


Vecchia Europa:
Andalusia e Pueblos Blancos Berlino, nuova vita nel Mitte Budapest, in due giorni La Roma dei papi, la Roma dei cesari Lisbona, quartieri e passeggiate Madrid in lungo e in largo Praga, in due giorni Saragozza Valencia, in due giorni Dodici volte Parigi Nizza e dintorni
Tutte le nostre mappe:
InOgniDove, viaggi in città e luoghi del mondo
SempreInMoto, tour e imprese in motocicletta
SempreInBici, in bicicletta fuori porta (Lombardia)


Paseo de la Castellana
Uno dei più importanti viali di Madrid, è costituito da 6 corsie centrali più 4 laterali, e si estende dalla centrale Plaza de Colón fino al Parque de Begoña nel Nodo Nord. Subito dopo Plaza de Colón, inel Paseo si trovano molti edifici pubblici, che ospitano ministeri e ambasciate, costruiti fra il XIX secolo e la metà del XX.  [photo: Enrique Dans]

Plaza de Castilla
Le torri Kio ( (Kuwait Investments Office), conosciute anche come Puerta de Europa. Sono inclinate di 15 gradi, alte 114 metri e divise in 26 piani. Inaugurate nel 1996 su progetto dei die americani Philip Johnson e John Burgee  [photo: Ruud Zwart]

Plaza de Colon
Plaza de Colon perchè c'è la statua di Cristóbal Colón, ovvero di Cristoforo Colombo. La fontana sotto la statua vuole simboleggiare l'Oceano dal quale emerge Colombo vincitore.  [photo: Luis García]

Plaza de Toros
Inaugurata nel 1931 è la più prestigiosa plaza de toros della Spagna; può ospitare fino a 25 mila spettatori ed è la terza più grande del mondo.  [photo: Hakan Svensson]

Puente de Toledo
Costruito fra il 1718 e il 1732 in stile barocco (Churrigueresco). Voluto da Filippo IV per collegare Madrid alla via per Toledo. Il ponte è stato distrutto più volte dalle piene del Manzanares, quello attuale è del 1732 e nel 1956 è stato dichiarato patrimonio dell'umanità. Al centro del ponte ci sono due nicchie con le statue idi San Isidro Labrador e Santa María de la Cabeza realizzate nel 1723.  [photo: Ernesto Paz Caínzos]

Santiago Bernabeu (Real Madrid)
All'interno dello stadio los mejores trofeos de la historia (del Real Madrid) sono esposti nelle teche di questa sorta di santuario dedicato ai successi della leggendaria squadra di casa.

Stadio Santiago Bernabeu
David Beckam si allena sorridente sul campo del Santiago Bernabeu (maggio 2004)

Stazione di Atocha
In questo luogo è stata inaugurata nel 1851 la prima stazione ferroviaria di Madrid. Dopo un incendio è stata ricostruita nel 1892. L'architetto per la ricostruzione in ferro battuto è stato Alberto de Palacio Elissagne, collaboratore di Gustave Eiffel. Ristrutturata nel 1985 dall'architetto Rafael Moneo, e nel 1992 ha smesso di essere una stazione per diventare una galleria di negozi, bar e un night club e un giardino tropicale da 4.000 metri quadrati. Nelle vicinanze [...]  [photo: Roxanna-Salceda]

Stazione di Chamartin
La seconda più importante stazione di Madrid.  [photo: M.Peinado]

Torre España (el Pirulì)
In cima ai 231 metri della Torre Espana (altrimenti detta el Pirulì, il nome di una caramella conica lunga e stretta) sono installati i ripetitori TV di alcune delle principali emittenti spagnole. Nonostante sin dal 1982 - anno della sua messa in esercizio - si sia guadagnata fama di attrazione [...]  [photo: FDV]

Torre Picasso
Alla sua inauguraqzione (1988) era il grattacielo più alto di tutta la Spagna (157 metri). Una caratteristica notevole della Torre Picasso è il su ampio arco d'ingresso. Il palazzo è simile alla Rainer Tower di Seattle disegnata dallo stesso architetto Minoru Yamasaki. [...]  [photo: Luis García]

Plaza Mayor
La piazza principale di Madrid è stata usata fino al secolo scorso come mercato nei giorni feriali ed eventi popolari nei festivi: corride, annunci di sentenze durante l'inquisizione, processi religiosi, esecuzioni pubbliche, danze e festival teatrali. Sotto gli androni ci sono negozi di tutti i tipi, bar, taverne e panifici. Gli edifici più interessanti della Plaza Mayor sono la Casa de la Panadería e la Casa de la Carnicería che adesso ospita gli uffici [...]  [photo: Sebastian Dubiel]

Casa de la Carniceria
Lato sud della Plaza Mayor, di fronte alla Casa de la Panaderia di cuoi condivide lo stile architettonico. Inizialmente era il deposito per la carne necessaria a rifornire i mercati di Madrid, e da qui il suo nome. Oggi ospita degli uffici comunali.  [photo: Luis García]

Casa de la Panaderia
Costruita insieme alla Plaza Mayor che terminò nel 1619. Insieme alla piazza ha subito negli anni tre incendi. In anni recenti è stata ridecorata la facciata. Inizialmente ospitava il panificio principale della città, poi ha cambiato più volte destinazione d'uso e oggi ospita il Centro del Turismo di Madrid.

Palacio de Santa Cruz
Ospita oggi il Ministero degli Affari Esteri ma è stato usato come carcere fino al regno di Filippo V di Spagna che lo convertì in Palazzo. Filippo IV l'aveva comunque fatto costruire per ospitare degli uffici amministrativi. Molto caratteristica la combinazione di granito e mattoni. Il nome gli viene dalla vicinanza alla chiesa di Santa Croce. Sopra la facciata c'è un grande angelo, e quando il palazzo era usato come carcere, era nata l'espressione 'dormire sotto l'angelo' [...]  [photo: Luis García]

Mercado de San Miguel
Mercato privato in un grande edificio che conserva l'originaria architettura in ferro dell'inizio del XX secolo.  [photo: Juan Antonio Flores Segal]

Casa y Torre de los Lujanes
Uno dei più antichi complessi architettonici della città. Casa e torre sono di epoche diverse, la torre è databile ai primi anni del XV secolo, e la casa agli ultimi anni dello stesso secolo, nel 1494, per la famiglia Lujan conosciuta popolarmente come Los Lujanes da cui la casa ha preso il nome.  [photo: Zaqarbal]

Casa de la Villa
Edificio progettato da Juan Gómez de Mora nel XVII secolo e utilizzato anticamente come carcere, è stato poi sede del Comune di Madrid fino al 2008 e oggi viene usato per ricevimenti ed eventi ufficiali. Sulla destra corre Calle Major che percorsa sino in fondo, in poco più di 300 metri, porta alla Cattedrale della Almudena.  [photo: Pazit Polak]

Casa de Cisneros
Sulla sinistra, la Casa de Cisneros; edificio costruito nel 1537 in stile plateresco per volontà di Benito Jiménez de Cisneros , nipote del cardinale Cisneros (1436 - 1517), di cui prende il nome. La torre che si vede a destra è quella della Casa de Casa de la Villa (l'antico Municipio).

Il Teatro Real (Opera)
Il Teatro Real, in Plaza de Oriente; la statua equestre in primo piano è quella di Filippo IV (Felipe IV)

Puerta del Sol
La Puerta del Sol nel XV secolo era un bastione difensivo, parte di un muro che circondava Madrid.

Plaza de Santa Ana
Conosciuta anche come Piazza del Pricipe Alfonso. Il monumento al poeta Federico García Lorca in primo piano e sullo sfondo il lussuoso Hotel Reina Victoria, dove alloggiano di solito i toreri prima della corrida, e dove si racconta che per scaramanzia il famoso torero Manolete voleva sempre la stanza 220. Nella piazza si affaccia anche il Teatro Español, il più antico di Madrid, costruito nel 1745, e la statua del drammaturgo Pedro Calderón de la Barca. La piazza è molto [...]  [photo: Daderot]

Plaza de Canalejas
A sinistra la Casa de Don Tomás de Allende, costruita fra il 1917 e il 1920, conosciuta come edificio del Crédit Lyonnais che si trova al piano terra; edificio rappresentativo dell'architettura che emerge dalla crisi del 1898, e cercava di adattare gli stili-nazionali o regionali - in questo caso [...]  [photo: Luis García]

Banco Español de Crédito
E' la sede, a Madrid, della banca di credito spagnola, costruita fra il 1882 e il 1891 su progetto di José Grases.

Puerta de Toledo
La Porta di Toledo si trova nel vecchio quartiere La Latina che mantiene il gusto tradizionale della parte vecchia di Madrid. La Porta è un progetto del re José Bonaparte e fu costruita fra il 1817 e il 1827.  [photo: Tamorlan]

Basilica de San Francisco
Progetto di Francisco Cabezas, iniziata nel 1761 e terminata nel 1776 da Sabatini su richiesta di Carlo III. La basilica è famosa per la sua cupola, la terza più grande fra le cupole circolari della cristianità; per la sua ricca decorazione interna in stile eclettico; per la pinacoteca rappresentativa della pittura spagnola fra il XVII e XIX secolo, con quadri di Zurbarán e Goya.  [photo: Luis García]

Cattedrale de la Almudena
Alla fine del XIX secolo si comincia a costruire la Cattedrale dell'Almudena in onore della Madonna patrona di Madrid. Splendido monumento collocato in uno dei punti più belli della città. I lavori rimasero però interrotti fino alla fine della Guerra Civile e poi procedettero piuttosto lentamente. Nel 1983 la Cattedrale fu finalmente consacrata dal Papa Giovanni Paolo II. L'interno della cattedrale è in stile gotico, mentre l'esterno è classicista.  [photo: PictFactory]

Palazzo Reale
Il Palazzo Reale o Palacio de Oriente (Madrid), costruito nel luogo di una precedente fortezza dei Mori, incendiata nel 1734. Costruito a partire dal 1737 dagli architetti italiani Giovanni Battista Sacchetti e Francesco Sabatini.In passato è stato abitato dai reali spagnoli fino alla metà del XVIII secolo.  [photo: Kadellar]

Palacio de Comunicaciones
Oggi sede del Comune di Madrid, era stato progettato da Antonio Palacios e Joaquín Otamendi per la sede della Sociedad de Correos y Telégrafos della Spagna e terminato nel 1917 dove una volta c'erano i Jardines del Buen Retiro.  [photo: Roger Schultz]

La Fontana de Cibeles
La Fuente de Cibeles, del 1782; mostra la dea Cibele, simbolo della terra, dell'agricoltura e della fecondità, che guida un carro trainato da leoni. Sullo sfondo il Palacio de Linares (Casa de América)

Borsa di Madrid
Il palazzo della Borsa è oggi uno degli emblemi architettonici di Madrid. Ha una facciata larga 66 metri, un orologio che per la precisione necessaria agli affari che vi si regolavano, era stato importato da Strasburgo. Pianta irregolare; un imponente portico con sei colonne; una grande sala con abside semicircolare e grande lucernario in vetro.  [photo: Alavisan]

Puerta de Alcalá
La Puerta de Alcalá, nella Plaza de la Independencia, è stata progettata dall'architetto italiano Francesco Sabatini nel 1778.  [photo: Sanbec]

Parterre del Retiro
La vista dall'alto mostra la precisione geometrica nella disposizione delle piante nelle aiuole del parterre del Retiro.  [photo: Google Maps]

Fuente del Ángel Caído
La fontana dell'Angelo Caduto si trova nel Parque del Retiro di Madrid. Rappresenta non un angelo ma il diavolo Lucidero mentre cade dal paradiso, si ispira al 'Paradiso Perduto' di Milton. Costruita nel 1874 dallo scultore Ricardo Beliver per volere del duca Fernán Núñez. Premiata all'Esposizione Universale del 1878.  [photo: Pablo Alberto Salguero Quiles]

Palazzo di Cristallo
Il palazzo di Cristallo (palacio de Cristal) è una struttura in metallo e cristallo costruita nel 1887 per l'Esposizione delle isole Filippine. Il palazzo è stato realizzato da Ricardo Velázquez Bosco con un progetto che si ispirava al Crystal Palace di Joseph Paxton. Intorno al palazzo ci sono gli ippocastani e nel lago artificiale, ai piedi del palazzo, si possono vedere degli esemplari di cipresso calvo delle paludi, la cui principale caratteristica è avere parte del [...]  [photo: Felipe Gabaldón]

Parque del Retiro
Il Parco del Retiro è stato costruito nel XVII secolo per ordine Filippo IV come area ricreativa per i reali. Occupa 350 acri, contiene: 15.000 alberi, importanti monumenti e incantevoli giardini.  [photo: Pentalux]

Laghetto del Retiro
Si trova davanti al monumento ad Alfonso XII: un grande colonnato in marmo con molte sculture che fanno da contorno alla statua in bronzo del re. Il tutto innaugurato nel 1922 per volere della regina madre Maria Cristina. Oggi grande luogo d'incontro domenicale per madrileni e turisti.  [photo: Tizianok]

Plaza de Neptuno
La Fontana di Nettuno sta al centro della plaza de Cánovas del Castillo. Progettata nel 1782 da Ventura Rodríguez, realizzata tra il 1780 e il 1784 dallo scultore Juan Pascual de Mena con marmo bianco da Montesclaros (Toledo), per i lavori di rinnovamento del Salón del Prado.  [photo: Zurritur]

Velasquez (Museo del Prado)
La statua di Velasquez, davanti al Museo del Prado. Monumento inaugurato nel 1899 alla presenza della Reina Regente e di Alfonso XIII. Il museo è una delle pinacoteche più grandi e importanti del mondo.

Jardín Botánico
Il Real Jardín Botánico è stato progettato da Francesco Sabatini e Juan de Villanueva su ordine di Carlo III nel 1774. Il suo obiettivo non era solo quello di mostrare le piante, ma anche di insegnare botanica, promuovere spedizioni per scoprire di nuove specie di piante e classificarle. Il giardino ha conosciuto momenti di grande espansione e di abbandono. Oggi contiene 30 mila painte e fiori, e 1.500 alberi. Ospita inoltre il più grande erbario di Spagna con oltre un [...]  [photo: Richie Diesterheft]

La Gran Via
Una delle più animate ed eleagnti vie di Madrid. Importante luogo di riferimento per i commerci, per il turismo, come luogo di ritrovo, e per i teatri di Musical tanto che il tratto che va da Plaza de Callao (quella che si vede nella foto) fino a Plaza de España è conosciuto come la Broadway di Madrid.  [photo: Felipe Gabaldon]

Plaza de España
Grande piazza al centro della città con grande fontana dedicata a Miguel de Cervantes che qui ha sullo sfono l'Edificio España. L'edificio è del 1953 ed è uno dei più alto di Madrid. Il monumento è stato realizzato nel 1915 per un anniversario della pubblicazione del Don Chisciotte. Intorno alla [...]  [photo: Kadellar]

Templo de Debod
Tempio dell'antico Egitto regalato alla Spagna nel 1968 come ringraziamento per gli aiuti chiesti dall'Unesco per il salvataggio dei templi della Nubia. Altri templi salvati furono regalati a Stati Uniti, Italia e Paesi Bassi.  [photo: Zaqarbal]
© 2007-2016 - Concept & Design by Animated Web - Cookie and Privacy Policy
Tutte le immagini sono di Animated Web salvo dove altrimenti specificato (Alavisan, Daderot, Enrique Dans, Ernesto Paz Caínzos, FDV, Felipe Gabaldon, Felipe Gabaldón, Google Maps, Hakan Svensson, Juan Antonio Flores Segal, Kadellar, Luis García, M.Peinado, Pablo Alberto Salguero Quiles, Pazit Polak, Pentalux, PictFactory, Richie Diesterheft, Roger Schultz, Roxanna-Salceda, Ruud Zwart, Sanbec, Sebastian Dubiel, Tamorlan, Tizianok, Zaqarbal, Zurritur)