• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti alluso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok

Il libro di Kells

Il libro di Kells

Il Libro di Kells, conosciuto anche come Grande Evangeliario di san Columba, è un manoscritto miniato, realizzato da monaci irlandesi intorno all’800.

Per la grande qualità tecnica della sua realizzazione e per la sua bellezza, è considerato una delle più importanti opere d’arte dell’epoca.

Contiene il testo dei quattro Vangeli in latino, accompagnato da note introduttive ed esplicative, il tutto arricchito da molte illustrazioni e miniature.

Il libro prende il nome dalla località di Kells, dove nell’omonima abbazia fu conservato per buona parte del medioevo. L’abbazia risale all’ IX secolo, periodo delle invasioni vichinghe, fondata da monaci che provenivano dall’abbazia di Iona, nelle isole Ebridi, e che insieme al fondatore San Columba (Colum Cille in gaelico) scappavano dai vichinghi.

Il libro è oggi esposto nella biblioteca del Trinity College di Dublino.
Questo primo video copre dal folio 2 recto al 33 recto.

Non mostra ancora il più famoso folio 34 r che sarà presente nel prossimo video in preparazione.

Questo ad altri video andranno a sostiture gli slideshow che si trovano qui sotto.

Si consiglia la visione in full screen per vedere meglio i minuti particolari.

Questa e la versione slideshow che purtroppo funziona solo a due pagine per ogni schermata e quindi destinata ad essere abbandonata.
Lo slideshow mostra comunque molte più pagine del primo video, però sono meno visibili i dettagli.


COSA LEGGERE


Il libro di Kells, anche se un po’ caro, penso sia il miglior testo disponibile per meglio conoscere il manoscritto in tutti i suoi dettagli. Contiene ben 250 illustrazioni di ottima qualità.
L’autore, Bernard Meehan, è il direttore di ricerca e conservazione dei manoscritti della Biblioteca del Trinity College, dove il Libro di Kells è conservato.
L’editore Marietti ha curato l’ottima edizione italiana.

The Book of Kells è una versione più economica e più snella rispetto al libro precedente, però è dello stesso autore e dello stesso rigore storico.
Libro in inglese.

The Secret of Kells è invece un interessante film d’animazione che mostra gli spostamenti da un’abbazia all’altra per salvare il libro dalle invasioni.
Alcune sequenze riproducono parti del manoscritto rifatti con strumenti grafici contemporanei, e molto fedeli agli originali.

cosafare e cosavedere