• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti all’uso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok
 
Sicilia, arte e mare
 
punti di interesse:    aeroporti:    hotels:    info:   

Ecco le tappe del nostro breve viaggio del giugno 2015

sab 30 mag - volo Milano-Palermo (tre notti)
dom 31 mag - in treno Palermo 10:05-10:53 Cefalù, poi regionale Cefalù 14:02-14:47 Bagheria, poi regionale Bagheria 19:16:19:30 Palermo
lun 1 giu - full day Palermo (spiaggia di Mondello)
mar 2 giu - in auto da Palermo a Monreale (5 km) poi, forse, Segesta (altri 55 km) e Scopello (altri 25 km - Riserva dello Zingaro) (una notte)
mer 3 giu - da Scopello (spiaggia) ad Erice (40 km circa, una notte)
gio 4 giu - in auto circa 180 km da Erice, (via Segesta-Castelveetrano oppure via Saline di Marsala-Castelvetrano) ad Agrigento (due notti)
ven 5 giu - full day Agrigento (Valle dei Templi, Scala dei Turchi)
sab 6 giu - da Agrigento a Piazza Armerina (una notte)
dom 7 giu - da Piazza Armerina a Caltagirone, poi Modica, Noto e Fontane Bianche (18 km a sud di Siracusa, una notte)
lun 8 giu - da Fontane Bianche (Siracusa) a Taormina (140 km circa, due notti)
mar 9 giu - full day Taormina
mer 10 giu - da Taormina, autostrada per Messina fino poi a Palermo (270 km, circa 3 ore)

Bell'Italia:
Cinque Terre, anzi sette. E dintorni
Da Camogli a Portofino
Five Lands (Cinque Terre)
From Camogli to Portofino
Gargano, Castel del Monte, Bari e la penisola salentina
Parco regionale di Montevecchia e della Valle di Curone
Sardegna: selvaggio blu
Sicilia, arte e mare
Sicilia, i luoghi della Mitologia e della Storia
Valle del Lambro: tragitti, ville, cascine e aree verdi

Tutte le nostre mappe:
InOgniDove, viaggi in città e luoghi del mondo
SempreInMoto, tour e imprese in motocicletta
SempreInBici, in bicicletta fuori porta (Lombardia)


Duomo di Acireale  [photo: Wikipedia]

Villa Palagonia (Bagheria)
Apice del barocco siciliano, Villa Palagonia è anche detta Villa dei Mostri in virtù della doppia corona emiciclica di statue che cinge il palazzo nel muro perimetrale del suo giardino. Sono i luoghi della pellicola di Luchino Visconti, Il gattopardo  [photo: Wikipedia]

La Scala di Santa Maria (Caltagirone)
La scalinata che sale alla chiesa di Santa Maria del Monte  [photo: Rete Comuni Italiani]

Chiesa del SS Salvatore (Palermo)
Lungo il Corso Vittorio Emanuele si trova la Chiesa barocca del Santissimo Salvatore. Notevoli i marmi policromi, gli affreschi e gli stucchi che ne impreziosiscono l'interno

Eraclea Minoa
La grande sipaggia e la pineta di Eraclea Minoa sono prossime a Capo Bianco caratterizzato dalle imponenti falesie calcaree tipiche di questo tratto di costa sicula.  [photo: Wikipedia]

Real Casina di Caccia (Palazzo Reale, Ficuzza Corleone)  [photo: Provincia di Palermo]

Fontane Bianche (Siracusa)

Forza D'Agrò
Forza D'Agrò, come anche il borgo di Savoca, è stato location della saga cinematografica dei Corleonesi (Francis Ford Coppola). Piazza della Triade, via Belvedere, via Roma e la Chiesa della Santissima Annunziata si rivedono ne Il Padrino.  [photo: Giuseppe Verzí]

Giardino della Kolymbethra
Il Giardino della Kolymbethra - una sorta di orto botanico con palme, ulivi, agrumeti e piante grasse - si trova in una conca a poca distanza dal Tempio dei Dioscuri e dal Tempio di Giove.  [photo: Fondo Italiano per l'Ambiente (Fai)]

Duomo di Modica
La Chiesa Madre di San Giorgio mostra al suo interno cinque navate con 22 capitelli corinzi posti alla sommità di altrettante colonne. Trionfo del barocco siciliano.

Monastero S. Spirito (Agrigento)
Il Monastero S. Spirito Monache Cistercensi offre anche Bed & Breakfast. Si trova a pochi passi da via Atenea, dalla cattedrale San Gerlando e dalla chiesa di Santa Maria dei Greci.

Spiaggia di Mondello  [photo: Wikipedia]

Piazza Umberto I (Palazzo Adriano)
Location del film di Giuseppe Tornatore Nuovo Cinema Paradiso

Piazza Armerina

Fontana della Vergogna
La Fontana della Vergogna, in Piazza Pretoria.  [photo: Wikipedia]

Duono di Ragusa
La Cattedrale di San Giorgio [...]  [photo: Wikipedia]

Cala tonnarella dell'uzzo
Si trova a circa 500 mt dal parcheggio nord.

Cala della Capreria
Questa incantevole cala si trova a circa 750 mt dal parcheggio sud della Riserva dello Zingaro.

Cala della Capreria (dal satellite)
Incantevole insenatura; tolta la parte rocciosa, restano poco meno di 80 mt di spiaggia. Siamo a 2 km circa dal borgo di Scopello.  [photo: Google Earth]

Sambuca di Sicilia  [photo: Wikipedia]

San Giovanni degli Eremiti
La San Giovanni degli Eremiti è tra i più significativi edifici medievali di Palermo. Eretta in epoca normanna, tra il 1130 e il 1148, sotto il regno di Ruggero_II. Sorge in un luogo che, anche a causa della presenza di una fonte sotterranea e di una grotta, ha mantenuto in epoche diverse un carattere sacro. La Chiesa faceva parte di un monastero, dedicato nel 1136 a S. Giovanni Evangelista e a S. Ermete e affidato da Ruggero II ai Benedettini di Montevergine. Del complesso [...]

Cala Rossa (San Vito Lo Capo)

Bar Vitelli (Savoca)
Savoca ancora conserva quasi intatto il suo stile medioevale. I cinefili vi ritroveranno il Bar Vitelli, un nome che fu attribuito al locale da Francis Ford Coppola che proprio qui - in un tavolo molto gettonato dai turisti - fece sedere Michael Corleone (Al Pacino) nella scena in cui parla al Vitelli, padre della amata Apollonia, per chiederla in sposa.Imperdibili le granite di limone lo zibibbo. Poco distante, la chiesa di San Nicolò, dove furono girate le scene del [...]

Scala dei Turchi (Porto Empedocle)
La cosiddetta Scala dei Turchi è una falesia calcarea - di un bianco quasi accecante - a ovest di Porto Empedocle.  [photo: Wikipedia]

Scala dei Turchi (Porto Empedocle)  [photo: Wikipedia]

Sciacca

Scicli (Ragusa)

Palermo: porta Felice
Nel 1582 il viceré spagnolo Marcantonio Colonna decise di costruire un ingresso monumentale al Cassaro (ora corso Vittorio Emanuele) che era stato prolungato fino al mare. Intitolo la porta alla moglie Donna Felice Orsini.  [photo: Franco Bellebono]

Palermo: teatro Garibaldi
Il teatro Garibaldi è conosciuto erroneamente anche come Politeama, dove il termine significa semplicemente che si fanno spettacoli di vario tipo (dal greco polys=molto e theama=spettacolo). Fu concepito nel 1865, dopo vari problemi fu inaugurato nel 1874 senza il tetto che fu completato nel 1877. Gli ultimi abbellimenti furono completati nel 1891 in occasione della grande Esposizione Nazionale che si teneva a Palermo.  [photo: Franco Bellebono]

Palermo: teatro Garibaldi  [photo: Franco Bellebono]

Palermo: Cattedrale
Il grandioso complesso della Cattedrale di Palermo è stato realizzato in vari stili durante le diverse fasi di costruzione. Iniziato nel 1185 su un'area di una basilica che i Saraceni avevano trasformato in moschea.  [photo: Franco Bellebono]

Palermo: Cattedrale  [photo: Franco Bellebono]

Palermo: Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina
Il Palazzo dei Normanni era il Palazzo Reale di Palermo e oggi è la sede dell'Assemblea regionale siciliana. Al primo piano c'è la Cappella Palatina, uno dei monumenti più visti nell'isola.  [photo: Simona Callegari]

Palermo: Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina
La Cappella Palatina, all'interno del Palazzo dei Normanni, è il più bel esempio di arte Arabo-Normanno-Bizantina, uno stile molto in uso nella Sicilia del XII secolo.  [photo: Franco Bellebono]

Palermo: Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina  [photo: Franco Bellebono]

Monreale: duomo
Il Duomo di Monreale , è stato costruito nel 1174 da Guglielmo II d'Altavilla. È Sede Arcivescovile e monastero dei benedettini provenienti da Cava de' Tirreni. E' famoso per la struttura, la ricchezza degli interni, i mosaici. Il più grandioso monumento normanno in Sicilia, uno dei più bei templi del mondo.  [photo: Franco Bellebono]

Monreale: chiostro del duomo  [photo: Franco Bellebono]

Monreale: interno del duomo  [photo: Franco Bellebono]

Segesta: teatro
Il teatro di Segesta risale al III secolo a.C. e si trova sulla collina opposta a quella del tempio. Un perfetto emiciclo di 63 metri di diametro, costruito su un pendio roccioso con ampia vista sulle colline e sul golfo di Castellammare. Poteva ospitare 3.000 persone. Della scena non rimane quasi nulla e la zona superiore è distrutta. Ogni due anni, d'estate, si organizzano degli spettacoli con commedie e tragedie antiche.  [photo: Franco Bellebono]

Segesta: teatro  [photo: Franco Bellebono]

Castellammare del Golfo
Dopo lo sbarco degli arabi a Mazzara del Vallo nel 827, un gruppo si insediò a Castellammare del Golfo dove costruirono il primo nucleo del castello. Due secoli dopo sono arrivati i normanni che si sono presi il castello e lo hanno ampliato. Nei secoli gli abitanti sono aumentati e dal castello si origino prima un borgo e poi una città.  [photo: Franco Bellebono]

Scopello
Dal greco Scopelòs, scoglio. Piccolo e antico borgo marinaro.  [photo: Franco Bellebono]

Scopello  [photo: Franco Bellebono]

Valderice
Quando Erice perse la sua importanza dopo le lotte fra Romani e Cartaginesi per il predominio sul Mediterraneo, gli abitanti, agricoltori, si insediarono nella valle che divenne centro agricolo col nome di Paparella San Marco, cambiato poi nel 1958 in Valderice con riferimento alla soprastante Erice. Nel golfo c'è una delle più belle torri della Sicilia costruita nel XV secolo per difendersi dai pirati.  [photo: Franco Bellebono]

Erice: duomo
Il duomo fu realizzato in puro stile gotico nei primi decenni del XIV secolo. Nel 1852 iniziarono i restauri, durarono quasi un decennio, e si trasformarono in un vero e proprio rifacimento.  [photo: Franco Bellebono]

Erice: duomo
La pianta del duomo è di tipo basilicale a tre navate, delimitate da due lunghe file di alti pilastri di tufo calcareo, sopra i quali poggiano degli archi ogivali.  [photo: Franco Bellebono]

Trapani: le saline
Trapani, sfruttando la sua posizione, nel tempo ha sviluppato un'importante attività economica basata sull'estrazione e il commercio del sale.  [photo: Franco Bellebono]

Trapani: le saline  [photo: Franco Bellebono]

Trapani: le saline  [photo: Franco Bellebono]

Marsala: saline Ettore e Infersa
La raccolta del sale avviene nel rispetto dell'ambiente, si usa l'acqua della laguna, il vento per muovere i mulini e il sole per seccare il sale.  [photo: Simona Callegari]

Marsala: saline Ettore e Infersa  [photo: Simona Callegari]

Selinunte: parco archeologico
Il parco archeologico di Selinunte è il più vasto e imponente d'Europa: si estende per 1740 km quadrati con numerosi templi, santuari e altari.  [photo: Franco Bellebono]

Selinunte: parco archeologico  [photo: Franco Bellebono]

Selinunte: parco archeologico  [photo: Franco Bellebono]

Agrigento, Valle dei Templi: tempio di Castore e Polluce
Tempio dei Diòscuri (figli di Zeus) Castore e Polluce figli gemelli di Zeus e Leda. La rovina è stata assemblata nella prima metà dell'Ottocento usando pezzi di epoche diverse trovati in zona, ha comunque avuto molto successo fra i turisti e i venditori di souvenir.

Agrigento, Valle dei Templi: tempio di Castore e Polluce

Valle dei Templi: tempio di Eracle (Ercole)
E' stato uno dei templi più belli dell'antichità (510 a.C.) adesso ridotto a 9 delle 38 colonne originali, comunque imponenti e danno l'idea della forza e della potenza di Eracle, eroe nazionale della Sicilia e di Agrigento.  [photo: Franco Bellebono]

Agrigento, Valle dei Templi: tempio della Concordia
Il nome del tempio viene da una iscrizione latina che è stata trovata dallo storico Fazello (1490- 1570) vicino al tempio ma che non ha nessun rapporto col tempio. Il tempio della Concordia risale al 430 a.C. ed è il meglio conservato. Fu trasformato in basilica cristiana dal vescovo Gregorio, dopo l'abbattimento di due idoli pagani, uno degli idoli si chiamava Raps e la Chiesa fu quindi consacrata a S.Gregorio delle Rape.  [photo: Franco Bellebono]

Agrigento:, Valle dei Templi: tempio della Concordia
Risale al 440-430 a.C. Quattro gradini portano alle 6x13 colonne.  [photo: Franco Bellebono]

Agrigento, Valle dei Templi: tempio della Concordia  [photo: Franco Bellebono]

Piazza Armerina: il duomo
Piazza Armerina è famosa in tutto il mondo per i mosaici nella villa romana del Casale. Qui è nato nel 1930 Boris Giuliano, brillante e determinato investigatore e capo della squadra mobile di Palermo ucciso poi dalla mafia.  [photo: Franco Bellebono]

Piazza Armerina: una via
Piazza Armerina è una meta turistica obbligatoria, punto di partenza per diverse visite archeologiche e per la villa romana del Casale. [...]  [photo: Simona Callegari]

Noto: San Domenico
Uno di più importanti e meglio conservati esempi di barocco netino. La chiesa fu edificata fra il 1703 e il 1727. La facciata, che sporge verso la strada con forma convessa, ha un primo ordine dorico e un secondo ionico.  [photo: Franco Bellebono]

Noto: corso Vittorio Emanuele
Noto è famosa nel mondo per I suoi edifici barocchi. Andrè Chastel, storico dell'arte francese, su Noto scriveva: quel che è maggiormente significativo è la stessa composizione della città, concepita come un vasto teatro dove rapide prospettive si formano grazie ai cornicioni nelle strade in salita. Questo complesso straordinario, capolavoro della scenografia barocca, si deve ad architetti locali: il Landolina, il Nicolaci, il Carnevalari.  [photo: Franco Bellebono]

Noto: palazzo Ducezio
Ducezio è il nome del leggendario condottiero siculo che nel V secolo a.C. difese l'antica città di Noto (Neas) dalle incursioni greche.  [photo: Franco Bellebono]

Noto: cattedrale
La cattedrale è dedicate a San Nicolò. Grande basilica barocca iniziata ai primi del Settecento. Dopo il terremoto del 1990 e ad un ulteriore cedimento del 1996 sembrava inesorabilmente perduta. Un complesso e meticoloso restauro durato dal 2000 al 2007 ne ha permesso la riapertura.  [photo: Simona Callegari]

Noto: teatro
Il Teatro comunale, edificio monumentale in stile neo-classicheggiante, è stato inaugurato nel 1870 e intitolato a Vittorio Emanuele. Qui hanno recitato grandi e famosi artisti come Eleonora Duse.  [photo: Franco Bellebono]

Siracusa
Il nome della città viene dal siculo Syraka che vuol dire abbondanza d'acqua perché si trovava in un luogo con molti corsi d'acqua e paludi. Il termine Siracusae è un plurale, sia in greco che in latino, perché la città, fondata nel 734 a.C., divenne una pentapoli, al nucleo principale sull'isola di Ortigia si aggiunsero poi quelli di Acradina, Tiche, Neàpoli ed Epipoli.  [photo: Franco Bellebono]

Catania: Cattedrale di Sant'Agata
Sant'Agata è la patrona della città di Catania. Il tempio è stato più volte distrutto e ricostruito a causa dei terremoti e delle eruzioni vulcaniche che si sono ripetute nel tempo.  [photo: Franco Bellebono]

Etna
L'Etna è il vulcano attivo più alto d'Europa e uno dei maggiori al mondo.  [photo: Franco Bellebono]

Etna  [photo: Franco Bellebono]

Etna  [photo: Franco Bellebono]

Taormina: San Domenico  [photo: Franco Bellebono]

Taormina: San Domenico  [photo: Franco Bellebono]

Taormina: duomo
Il Duomo di Taormina venne definito la cattedrale-fortezza per il suo coronamento di merli. Venne costruito nel 1400 sui ruderi di una chiesetta.  [photo: Franco Bellebono]

Taormina: Teatro Greco  [photo: Franco Bellebono]

Taormina: Teatro Greco
Il Teatro di Taormina è stato costruito in epoca ellenistica spianando la cima di un colle, fu poi ingrandito e trasformato in epoca romana per essere usato per spettacoli con i gladiatori.  [photo: Franco Bellebono]

Tindari: santuario
Nel santuario si trova la miracolosa statua della Madonna Nera scolpita su legno di cedro.  [photo: Franco Bellebono]

Cefalù: duomo
La leggenda vuole che il duomo di Cefalù sia stato edificato per un voto di Ruggero II scampato a una tempesta e qui approdato. La sua struttura fortificata fa invece pensare che sia sorto per motivi politico-militari.  [photo: Franco Bellebono]

Cefalù: duomo  [photo: Franco Bellebono]

Cefalù: rocca
Cefalù vista dalla rocca.  [photo: Franco Bellebono]
© 2007-2016 - Concept & Design by Animated Web - Cookie and Privacy Policy
Tutte le immagini sono di Animated Web salvo dove altrimenti specificato (Fondo Italiano per l'Ambiente (Fai), Franco Bellebono, Giuseppe Verzí, Google Earth, Provincia di Palermo, Rete Comuni Italiani, Simona Callegari, Wikipedia)