Adda sud

Fiume Adda. Abbadia Cerreto: abbazia.

La splendida abbazia faceva parte di un grandioso complesso e ha una storia lunga e gloriosa. Le fondamenta dell'edificio furono gettate nel 1137. I primi monaci giunti ad Abbadia Cerreto furono i Benedettini che bonificarono la zona, paludosa e malsana, rendendola fertile, e arricchirono l'abbazia grazie alle numerose donazioni ricevute. Successivamente l'abbazia passò ai Cistercensi a seguito di lotte per l'ascesa al papato tra due potenti partiti. Nel 1139 essi si insediarono ufficialmente nel borgo ed è in quel periodo che la chiesa subì gli interventi più significativi. L'edificio è stato restaurato negli anni quaranta, riprese l'aspetto primitivo e vennero eliminati gli interventi settecenteschi. La chiesa presenta una pianta a croce latina, con tre navate e transetto. La costruzione è in cotto. Lungo il perimetro dell'edificio e sui campanili corre un motivo decorativo ad archetti pensili, tipicamente romanico; romanica è anche la facciata, preceduta da un portico con volte a crociera e sottili colonne reggenti tre arcate a tutto sesto per lato. Al centro si apre un grande arco che corrisponde all'unica porta di accesso all'edificio. La parte superiore della facciata è decorata con lesene che inquadrano un piccolo rosone e sono affiancate da aperture a croce; è sempre presente il motivo degli archetti pensili. L'interno della basilica è intonacato, mentre pilastri, archi e costoloni delle volte sono in mattoni. Il presbiterio è sopraelevato e vi è posto l'altare maggiore datato 1722. Nell'abside si trova un coro in legno, del tardo seicentesco. La chiesa è decorata lungo le navate da affreschi raffiguranti santi dell'ordine cistercense; tali dipinti sono attibuiti a pittori milanesi. In sacrestia è conservato un bel crocifisso in bronzo del XVII sec. Oggi la chiesa ospita anche una piroga ritrovata nell'Adda, conservata a testimonianza della presenza umana nella zona anche in tempi remoti.

Dove si trova? Vedi la mappa completa - Adda sud con questo e altri luoghi di interesse oppure passa alla immagine successiva ►