• Questo sito utilizza cookies di profilazione (forniti da terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente durante la navigazione in Rete. Scorrendo questa pagina o cliccando un qualsiasi link, acconsenti all’uso dei cookie.
This site uses profiling cookies (provided third parties) in order to send advertising messages consistent with the preferences expressed by the user while browsing the Internet. By scrolling this page or clicking any link, you consent to the use of cookies.
INFO Ok
 
Il sentiero Inca da Ollanta sino a Machu Picchu
 
punti di interesse:    hotels:   

LA SITUAZIONE EMERGENZIALE

Dopo una lunga chiusura forzata dovuta agli smottamenti che dallo scorso 24 gennaio hanno interrotto il tracciato ferroviario Cuzco - Aguas Calientes, il 29 marzo 2010 il Santuario del Machu Picchu ha potuto riaprirsi al normale flusso turistico proveniente dalla Sacred Valley.

La situazione non è tuttavia tornata alla sua piena operatività. Ad essere stato ripristinato è infatti solo il tratto terminale del tracciato: quello che unisce Piscacucho (km 82) ad Aguas Calientes.

Il tratto Ollanta - Piscacucho non è ancora praticabile per via ferroviaria. Occorre quindi - almeno in questa prima fase - percorrere quel tratto di strada in 50 minuti di autobus. Dopodichè, giunti a Piscacucho, si sale a bordo del treno per arrivare a Machu Picchu Pueblo (ovvero, Aguas Calientes) dopo altri 80 minuti circa.

Da notare che sia il luxury train Hiram Bingham sia l'economico Backpacker non sono ancora stati ripristinati; Peru Rail ha reso operativo solo il Vistadome (è il treno di classe intermedia rispetto ai primi due). Fino al 30 aprile il servizio combinato bus+treno farà quattro corse al giorno. Dal 1 maggio ne farà sette.

Riassumendo:

LA SITUAZIONE PRECEDENTE L'INTERRUZIONE DELLA FERROVIA

Le considerazioni che seguono si riferiscono alla logistica (mezzi e tempi di percorrenza) precedente l'interruzione. Auspicabilmente, col pieno ripristino della tratta ferroviaria, torneranno ad essere valide nel corso del 2010.

Per questioni di tempo (orari) e scarsa disponibilità dei posti in treno da Poroy (Cuzco) ad Aguas Calientes (Machu Picchu) una pratica alternativa è rappresentata dal percorso misto: in taxi da Cuzco ad Ollantaytambo (65 km, poco meno di due ore, circa 25 dollari) e da Ollantaytambo ad Aguas Calientes con un'altra ora e mezza di treno. E' opportuno - anzi, richiesto - presentarsi alla stazione sempre mezz'ora prima della partenza.

Una flotta di venti moderni bus collega Aguas Calientes al Machu Picchu a ritmo quasi continuo, ogni dieci minuti circa, a partire dalle 5:20. Il bus impiega circa 20 minuti a zigzagare sino alla cima. Si sale a bordo con il biglietto comperato ad Aguas Calientes (anche il giorno prima) oppure a Cuzco presso gli uffici della Consettur in Avenida Pardo di fronte al Parque Espana. L'ultima corsa scende ad Aguas Calientes più o meno alle 17:30; se la si perde non resta che scendere a piedi: circa un'ora, tagliando come uno spiedo lo zig-zag della strada dei bus con lo scomodo sentiero pedonale.

I bilgietti di ingresso al Machu Picchu non possono più essere acquistati sul posto, all'ingresso del sito, ma occorre procurarseli ad Aguas Calientes (presso il Centro Culturale che si trova a pochi minuti dalla piazza principale - apre di primissimo mattino); costano circa 40 dollari che però vanno pagati in valuta locale (circa 120 soles peruviani), meglio se contata, dato che spesso ci sono difficoltà con il resto. I tickets per il Machu Picchu si possono rimediare anche a Cuzco, presso l'Instituto Nacional de Cultura (Calle San Bernado, non distante dalla Plaza des Armas); possono essere utilizzati sino a tre giorni dalla data di emissione ma valgono ovviamente solo per un giorno.

Il Machu Picchu apre alle 6 del mattino e chiude alle 18. Il peggio dal punto di vista dell'affollamento si ha dalle 11 sino alle 15. La domenica tende ad essere un po' meno affollata degli altri giorni perchè i mercati di Pisac e Chinchero spostano - sia pur di poco - l'interesse esclusivo per il sito in quelli che possono organizzarsi per visitarlo il sabato o il lunedì. Agosto e settembre sono i mesi più caotici.

Perù, Ecuador e Colombia:
Arequipa, la Città Bianca
Bogotà
Camino Real
Cartagena de Indias, Colombia
Da Cuzco ad Ollantaytambo
Il sentiero Inca da Ollanta sino a Machu Picchu
Lima, la capitale
Perù
Quito
Titicaca, il Lago in cima al Mondo

Tutte le nostre mappe:
InOgniDove, viaggi in città e luoghi del mondo
SempreInMoto, tour e imprese in motocicletta
SempreInBici, in bicicletta fuori porta (Lombardia)


Hotel Pakaritampu (Ollantataytambo)

Hiram Bingham
L'interno delle lussuosissime carrozze dell' Hiram Bingham, il treno che unisce Cuzco (stazione di Poroy) al Machu Picchu (Aguas Calientes)

Inca Trail Gate (Lm 82)
Ultimo avanposto della viabilità ordinaria. La strada che arriva da Cuzco si ferma qui, al km 82. E di qui ad Aguas Calientes (Machu Picchu) solo il treno oppure i 43 km del sentiero Inca (Inca Trail) che si percorrono in quattro giorni di cammino a cominciare dal check point che si vede in questa foto introdurre al ponte sospeso. Il tracciato - che arriva a toccare quota 4.200 metri - è sottoposto al vincolo del numero chiuso: non più di 500 persone al giorno sono [...]

Chachabamba (km 104)
Da Chachabamba - km 104 della ferrovia - sin su al Winay Wayna si percorrono circa 3.400 metri

Chachabamba

I resti di Chachabamba

Winay Wayna
Meaning forever young in Kechwa, the ruins are on day 3 on the Inca Trail.

Winay Wayna

Inca trail (km 106)
L' improvvisata stazione accanto alla piccola centrale idroelettrica

Aguas Calientes
Aguas Calientes (oggi ribattezzato impropriamente Machu Picchu) è un minuscolo e per nulla attraente villaggio alla base del Machu Picchu. Costituisce la base di partenza per i turisti che arrivano sin qui col treno (da Ollanta o da Cuzco) e da qui trovano i minibus per salire i tornanti sin su alla cittadella Inca. Anche gli escursionisti che hanno percorso a piedi l' Inca Trail e sono quindi arrivati al Santuario affacciandosi alla Porta del Sole, riscendono sin qui coi [...]

Aguas Calientes, l'alluvione del gennaio 2010
Le pioggie torrenziali del gennaio 2010 sono arrivate a causare diverse frane tali da interrompere in molti punti la ferrovia che corre parallela al fiume Vilcanota talmente impetuoso da erodere la massicciata. Circa 2000 turisti si sono trovati così bloccati ad Aguas Calientes (il villaggio alla base del Machu Picchu) senza altra possibilità di rientrare verso i paesi della Sacred Valley (Ollanta e Cuzco in primis). Una imponente operazione di soccorso è stata organizzata [...]

Hotel Inkaterra

Aguas Calientes Ponte
Il doppio ponte che attraversa il torrente Vilcanota; di qui inizia la tortuosa salita a zig-zag verso il Machu Picchu: una stradina sterrata che i bus percorrono in circa 20 minuti.

Salita al Machu Picchu

La strada che sale al Machu Picchu
Il sentiero pedonale interseca più volte la strada sterrata che collega Machu Picchu con il fondo valle di Aguas Calientes.

Intipunku (Porta del Sole)

Machu Picchu Tempio del Sole  [photo: Magnus von Koeller]

Machu Picchu  [photo: Mimi Samuel]

Vista dal Huayna Picchu
Following Machu Picchu mountain at the top towards the left side, you can see the Gate of the Sun or Intipunku, wich is the entrance to the the Sanctuary along the Inca trail. In the bottom, towards the left side, you can see the winding route, wich is used by the buses to get there from Aguas Calientes.
© 2007-2016 - Concept & Design by Animated Web - Cookie and Privacy Policy
Tutte le immagini sono di Animated Web salvo dove altrimenti specificato (Magnus von Koeller, Mimi Samuel)